Mo Semo Criminali

“Mo Semo Criminali” è una frase presente in un episodio della serie TV Romanzo Criminale. Solitamente, gli utenti associano la frase al frame stesso della puntata in cui viene pronunciata, il quale mostra il personaggio “Il Freddo” guardare in camera mentre parla col suo interlocutore. “Mo semo Criminali” diventa quindi la caption di una serie di meme nel 2020. Nasce quindi una nuova base per meme che la community utilizza sui social network in molti modi diversi.

expand_moreOrigini

La frase “Mo Semo Criminali” proviene dal quinto episodio della prima stagione di Romanzo Criminale. Il Freddo, nome del personaggio, usa queste parole per sottolineare che ormai non è più possibile tornare indietro e smettere di essere criminali. Nonostante la puntata risalga al 2008, il meme “Mo Siamo Criminali” Raggiunge l’apice della sua popolarità nella seconda metà del 2020, con una wave che nasce circa ad Aprile. La diffusione di questo meme è dovuta alla creazione e condivisione di tanti contenuti della community italiana sui social network come Instagram, Facebook e Reddit. La maggior parte dei contenuti consistono in immagini macro, la cui parte superiore descrive la situazione a cui associare il meme, che occupa invece lo spazio sottostante. Tra i content creator che hanno contribuito alla diffusione, ad esempio, c’è la pagina di Romanzo Criminale, o la community di r/MemesITA su Reddit.

expand_moreSignificato

La Caption “Mo Siamo Criminali”,  è di solito associata  alla relativa immagine ed è un template per meme che viene utilizzato per descrivere azioni di vita quotidiana che esulano dalle regole. Si ironizza quindi sull’essere criminali, esagerando la situazione ed associandosi ai personaggi di Romanzo Criminale. Un esempio potrebbe essere quindi il seguente: “Quando vendi una goleador a 20 cent —> Mo Semo Criminali”. In questo caso la frase fa riferimento al fatto che le goleador costano in realtà solitamente 10cent, per cui venderle al doppio sarebbe un’azione “Criminale”. Gli utenti si divertono quindi ad associare la figura del criminale in fuga a sè stessi, nonostante essi non abbiano compiuto nessuna azione così grave.